Dovremmo preoccuparci di quanto ha speso la first lady per i suoi vestiti?

La controversia è in corso sulle spese della first lady Kim Jung-sook negli ultimi cinque anni, in particolare sul costo dei suoi vestiti, scarpe, gioielli e accessori.

Alcuni hanno accusato Kim e l’ufficio presidenziale di abusare del loro potere e di aver speso miliardi di won di denaro dei contribuenti in oggetti rari e alla moda per Kim durante il mandato di cinque anni del presidente Moon Jae-in, chiedendo a Cheong Wa Dae di rivelare informazioni sul suo fuori sede. -registrare le spese.

Il gruppo civico locale Korea Taxpayers ‘Association nel 2018 ha presentato una richiesta a Cheong Wa Dae per rilasciare informazioni su quanto sono state le spese fuori registro dell’amministrazione Moon, incluso quanto ha speso per operazioni clandestine e protocollo di spesa per le spese per attività speciali di Kim.

Le spese per attività speciali sono le spese di bilancio consentite per il Servizio di intelligence nazionale, l’accusa e altre agenzie governative chiave nello svolgimento di operazioni di intelligence.

L’ufficio presidenziale ha anche il diritto di utilizzare spese per attività speciali per operazioni di intelligence. Tuttavia, poiché i dettagli delle spese per attività speciali non vengono rivelati pubblicamente dopo l’uso, il gruppo civico sospettava che l’amministrazione Moon abusasse del suo potere di spesa. Sostengono che Kim abbia acquistato vestiti e accessori costosi in base all’autorità presidenziale di suo marito.

L’ufficio ha respinto la richiesta di divulgazione del gruppo civico poco dopo il suo deposito, dicendo che la divulgazione presidenziale potrebbe minare l’interesse pubblico. L’Associazione dei contribuenti coreani ha risposto lo stesso anno presentando una causa al tribunale amministrativo di Seoul per annullare la decisione.

La corte all’inizio di questo mese si è pronunciata a favore del gruppo civico, ma l’ufficio presidenziale ha presentato ricorso, ripetendo il suo precedente messaggio secondo cui la divulgazione potrebbe minare l’interesse pubblico.

“Le persone sono interessate a quanto del bilancio nazionale è stato utilizzato per preparare i vestiti per il presidente e la first lady, e quanto è stato il prezzo di ogni pranzo al sacco fornito alle riunioni di gabinetto”, ha affermato la Korea Taxpayers’ Association in una dichiarazione su 2 marzo sulla decisione dell’ufficio presidenziale di impugnare la sentenza del tribunale.

“Non siamo in un’era in cui essere curiosi di queste informazioni e chiederle fa infuriare l’onnipotente celeste”, ha detto il gruppo.

Nel corso di cinque anni, Kim è stata vista indossare una vasta gamma di abiti, gioielli e accessori, molti dei quali sono sospettati di essere rari e realizzati appositamente da famosi stilisti. I sostenitori di Moon e Kim hanno confutato l’affermazione, dicendo che molti di loro sembrano essere imitazioni.

Le critiche sono particolarmente alte sull’amministrazione Moon, poiché il suo partito è stato in prima linea nel criticare il presidente sotto accusa Park Geun-hye per aver acquistato vestiti costosi durante il suo mandato presidenziale.

Il Partito Democratico della Corea ha dichiarato in un commento nel 2016 che Park è sospettato di aver speso 740 milioni di won ($ 603.700) per l’acquisto di vestiti nei quattro anni in cui è stata presidente, sostenendo che dovrebbe essere più attenta alle “persone comuni che contemplano anche quando spendendo solo 10.000 won”.

L’amministrazione Moon è salita al potere dopo l’impeachment di Park, giurando poi di aumentare la trasparenza nel tentativo di combattere la corruzione e l’incompetenza probabilmente evidenti nell’amministrazione Park.

Mentre l’importo delle spese per attività speciali spese dal governo è stato ridotto da 800 miliardi di won all’anno durante l’amministrazione del Parco a 300 miliardi di won all’anno durante l’amministrazione in carica, il modo in cui sono stati spesi i soldi per quali attività è rimasto sconosciuto al pubblico.

Anche se i restanti procedimenti legali favoriscono il gruppo civico e crescono le richieste all’ufficio presidenziale di rivelare le informazioni sulle spese per attività speciali per Kim, il record dovrebbe rimanere nell’ombra per i prossimi 30 anni.

Secondo la legge sulla gestione degli archivi presidenziali, i documenti presidenziali soggetti a riservatezza possono essere divulgati “quando sono trascorsi 30 anni dalla fine dell’anno in cui sono stati creati”, il che è soggetto a proroga se i documenti ritengono probabile ostacolare la sicurezza nazionale”.

L’ufficio presidenziale ha il diritto di designare i documenti pertinenti come documenti presidenziali soggetti a non divulgazione, poiché ha ripetutamente affermato che la sua divulgazione potrebbe minare l’interesse pubblico. I registri sulle spese per attività speciali dovrebbero essere designati come registri presidenziali quando il mandato di Moon terminerà ufficialmente il 9 maggio.

I tribunali dovranno respingere l’appello del gruppo civico senza procedere oltre se le informazioni vengono successivamente classificate come atti presidenziali, poiché l’ufficio presidenziale non è più in grado di fornire le informazioni, il che significa che la causa non può più procedere come archiviata.

I documenti presidenziali, una volta marchiati, vengono trasferiti dall’ufficio presidenziale agli Archivi presidenziali, un’istituzione con sede a Sejong che “gestisce i documenti presidenziali in modo permanente, dotata di strutture e attrezzature necessarie per la conservazione permanente dei documenti presidenziali”.

Di Ko Juntae (ko.juntae@heraldcorp.com)

.

Leave a Comment