Corp Travel Giant CWT spinge i clienti verso sanzioni di carbonio in stile Microsoft

Skift Take

Sempre più aziende stanno prendendo in mano la gestione del carbonio, allontanandosi dalla compensazione. Questo nuovo indicatore di impronta potrebbe offrire ai clienti di CWT un controllo molto maggiore.

Matteo Parsons

La società di gestione dei viaggi CWT ora mostra per la prima volta la quantità di carbonio che i viaggiatori potrebbero generare da voli e soggiorni in hotel, dopo aver aggiunto un calcolatore “punto vendita” alla sua app e allo strumento di prenotazione online.

L’agenzia di viaggi in precedenza mostrava solo questi tipi di emissioni nel suo strumento di analisi, piuttosto che il momento in cui i dipendenti stavano valutando le loro opzioni di viaggio. La nuova piattaforma apre la strada ai suoi clienti aziendali per adottare una tattica simile utilizzata da Microsoft che addebita una tariffa interna per le emissioni di carbonio per i viaggi di lavoro.

“Questo è un caso d’uso che è sulla nostra tabella di marcia e stiamo lavorando con i nostri clienti”, ha affermato Erik Magnuson, vicepresidente gestione prodotti, contenuti di viaggio e connettività di CWT.

L’aggiunta del calcolatore, fornito da Thrust Carbon, segue un sondaggio dei suoi clienti alla fine del 2021, in cui l’87% degli intervistati ha dichiarato di voler fornire informazioni ai dipendenti al momento della prenotazione per aiutare a rafforzare i viaggi responsabili opzioni.

“Quello che abbiamo sentito in modo schiacciante dai nostri clienti è che vogliono dati migliori e più ricchi sulla comprensione dell’impronta di carbonio”, ha aggiunto Magnuson.

Compensazione come ultima risorsa

Questo componente aggiuntivo dello strumento di prenotazione evidenzia una tendenza in crescita in cui le aziende cercano di compensare le emissioni di carbonio come ultima risorsa. Quando si tratta di sanzioni di carbonio interne di Microsoft, Magnuson ha affermato che la società si sta allontanando da una “comprensione basata sui costi e budget per i viaggi”. Nel sondaggio tra i clienti, il 76% dei clienti di CWT ha affermato di non volere che l’agenzia fornisse capacità di compensazione nel punto vendita.

Magnuson ha aggiunto che c’erano quattro aspetti che le aziende dovevano affrontare: comprendere le impronte di carbonio, evitare ciò che non è necessario, ridurre ciò che possono e infine compensare.

La visualizzazione di queste informazioni potrebbe lasciare CWT con meno prenotazioni? “Guardiamo che questo (calcolatore) gioca un ruolo in questi aspetti chiave e, se significa evitare i viaggi è una di queste, abbiamo altre opzioni con la nostra attività di riunioni ed eventi, che crea riunioni virtuali o ibride”, ha affermato Magnuson.

I clienti di CWT ora potrebbero considerare l’aggiunta di una tassa sul carbonio, come Microsoft, o sviluppare budget di carbonio, ha aggiunto.

Il calcolatore potrebbe anche finire per nominare e vergognare le compagnie aeree che producono livelli di emissioni comparabilmente più elevati. In questo caso, Magnuson ha affermato che i nuovi dati attribuiscono la proprietà a ogni parte dell’ecosistema per essere responsabili del cambiamento climatico. “In alcuni casi le aziende vedono come responsabilità dei fornitori compensare ciò da soli”. Secondo un recente rapporto, United Airlines offre ai suoi clienti aziendali un nuovo dashboard di sostenibilità con un calcolatore dell’impronta di carbonio attraverso il suo portale Jetstream.

I clienti di CWT potranno presto utilizzare i dati di Thrust Carbon nel suo strumento di analisi o continuare a utilizzare il calcolatore delle emissioni di carbonio esistente basato sui dati del Dipartimento per l’ambiente, l’alimentazione e gli affari rurali del governo britannico. Tuttavia, l’aggiunta di Thrust Carbon è stata vista come una “evoluzione e progressione naturale” poiché offriva dettagli più dettagliati, come l’impatto dei motori dell’aereo sull’ambiente.

“Non voglio semplificare eccessivamente, ma è solo un mucchio di medie”, ha detto Magnuson. “Ci sono buone capacità, ed è stato il primo del suo genere. Ma come qualsiasi cosa quando si tratta di salvare il pianeta, iniziare da qualche parte è meglio di niente”.

E poiché alcuni esperti sostengono che le emissioni di carbonio dovrebbero essere calcolate solo dopo che il volo ha avuto luogo, a causa dell’effetto che il fattore di carico può avere, Thrust Carbon includerà successivamente i dati post-viaggio nelle analisi di CWT. Nel corso dell’anno verranno aggiunti anche i dati sulle emissioni di carbonio di automobili e ferrovie.

“Ci stiamo rapidamente spostando verso un mondo in cui i dati sulle emissioni saranno valutati insieme ai dati finanziari”, ha affermato Mark Corbett, fondatore e direttore di Thrust Carbon.

La stessa CWT mira a essere carbon neutral entro il 2030 e questa nuova funzionalità fa parte del suo impegno a investire 100 milioni di dollari nel suo strumento di prenotazione myCWT.

Leave a Comment