Quanto è sicuro viaggiare in Europa?

Benson, una stratega di marketing di Grand Rapids, Michigan, controlla le fonti ufficiali, come avvisi di viaggio e notizie del Dipartimento di Stato, e si affida a una rete non ufficiale di amici e contatti nelle sue destinazioni. Ha già cancellato la Romania dalla lista, perché è troppo vicina al conflitto.

“Riconsidererei il mio viaggio se i contatti nella regione me lo consigliassero e se i disordini si diffondessero in aree più vicine ai luoghi in cui ho intenzione di essere”, dice. “Ad oggi, ho ancora intenzione di viaggiare.”

Molti americani stanno facendo la stessa cosa. Secondo un sondaggio di MMGY Global, un’agenzia di marketing specializzata in viaggi, poco meno della metà dei viaggiatori statunitensi (47%) sta trattenendo i propri piani di viaggio in Europa perché vogliono vedere come si evolverà la guerra in Ucraina. Circa la stessa quantità di persone (50%) afferma di essere preoccupata per possibili ritardi e cancellazioni di voli, treni e crociere, nonché per la potenziale chiusura delle frontiere.

Amy Boyle, una fotografa di Chicago, ha iniziato a pianificare il suo viaggio facendo un’analisi approfondita della sua destinazione, nonché controllando gli avvisi del Dipartimento di Stato, i media locali e i post sui social media. Come Benson, preferisce andare in un posto dove conosce le persone sul campo. Per lei, questo significava un viaggio che partiva in Inghilterra questa primavera. Finora, tutte le sue ricerche suggeriscono che la sua vacanza sarà al sicuro.

“Non voglio mettere a rischio me stesso o gli altri”, dice Boyle. “Ma sento anche fermamente che la cancellazione di tutti i nostri piani di viaggio continuerà a danneggiare le economie di altri paesi, così come la crescente importanza per noi come esseri umani di connetterci di nuovo di persona”.

A parte la ricerca, cosa puoi fare per proteggere la tua vacanza dalla guerra?

“Assicurazioni, assicurazioni, assicurazioni”, afferma Laura Heidt, esperta di assicurazioni presso Brownell Travel, un’agenzia di viaggi a Birmingham, Ala.

E non un’assicurazione qualsiasi. La maggior parte delle polizze assicurative di viaggio sono del tipo “pericoli nominativi”, che protegge gli assicurati in circostanze limitate, ad esempio se ti ammali durante il viaggio o se la tua compagnia aerea perde il bagaglio. Queste politiche di solito escludono le guerre. Ma una politica di “cancellazione per qualsiasi motivo” ti consente di annullare la tua vacanza se non ti senti al sicuro e di ottenere un finanziamento dal 50 al 75% delle tue spese prepagate e non rimborsabili.

L’assicurazione “Annulla per qualsiasi motivo” costa più dell’assicurazione normale, in genere tra il 10 e il 12 percento del valore del tuo viaggio. “Ma in tempi incerti ne vale la pena”, dice Heidt.

Lisa Conway, chief underwriting officer della compagnia di assicurazioni di viaggio Battleface, afferma che gli assicuratori non considerano ancora la maggior parte dei paesi europei come regioni colpite dalla guerra in Ucraina. Ma le persone che pianificano le vacanze estive dovrebbero tenerne conto.

“Consiglio di ricercare opzioni di assicurazione di viaggio che ti diano la massima flessibilità e scelta in base alle tue esigenze specifiche”, aggiunge.

Annie Erling Gofus, una consulente di viaggio di Wunderbird specializzata nella prenotazione di viaggi nell’Europa centrale e orientale, afferma che il cambiamento più grande che sta raccomandando ai clienti è l’aggiunta di piani di evacuazione di emergenza alle loro polizze assicurative di viaggio. Aziende come Medjet o Global Rescue possono estrarre clienti da un paese se le condizioni diventano pericolose.

“Se un cliente ha programmato un viaggio in Europa centrale, suggerirei una copertura per l’evacuazione non medica”, afferma.

Il vero vantaggio di lavorare con professionisti come Gofus è che saranno con te in ogni fase del processo. Se qualcosa va storto, un consulente di viaggio competente non si fermerà finché non tornerai a casa sano e salvo.

Ma gli esperti dicono che non è sufficiente selezionare tutte le caselle su una destinazione, assicurandosi che il Dipartimento di Stato, il tuo consulente di viaggio e le notizie locali siano d’accordo sul fatto che sia sicuro per viaggiare. È il “e se” su cui vale la pena riflettere. In particolare: e se il conflitto si estendesse oltre l’Ucraina? E se il divieto di importazione di petrolio non portasse solo a un aumento dei prezzi del gas, ma anche a una vera e propria crisi energetica? Poi c’è il jolly: il coronavirus. E se si riaccendesse quest’estate?

“Considera attentamente la tua destinazione”, afferma Narendra Khatri, preside di Insubuy, una compagnia di assicurazioni di viaggio. “Nessuno può dire con certezza come potrebbe essere questo conflitto entro l’estate”.

Quindi viaggiare in Europa è sicuro? È quello che mi chiedevo, perché è tempo per me di organizzare un viaggio in Turchia e in Grecia questa primavera. Gli esperti dicono che lo è, per ora. Christine Petersen, CEO di SmarTours, un tour operator che offre tour in Europa, afferma che puoi visitare l’Europa in sicurezza se sai dove andare.

“Un grosso errore sarebbe raggruppare tutti i paesi della regione”, dice. “Può essere un errore comune avere una reazione istintiva e interrompere i piani di viaggio verso altre aree dell’Europa orientale, o persino dell’Europa occidentale”.

L’Ucraina e la Russia sono zone rosse, ovviamente, afferma Harding Bush, un responsabile delle operazioni di sicurezza per Global Rescue. Polonia e Moldova sono zone gialle. (Polonia a causa della situazione dei rifugiati e Moldova perché gli esperti affermano che potrebbe anche essere coinvolta nel conflitto.) Lituania, Estonia e Lettonia, sebbene più sicure, dovrebbero comunque essere “in fondo” alla tua lista, dice.

“La guerra”, dice, “non è un’attrazione turistica”.

I potenziali viaggiatori dovrebbero prendere in considerazione le linee guida di salute pubblica locali e nazionali relative alla pandemia prima di pianificare qualsiasi viaggio. Le informazioni sull’avviso sanitario di viaggio possono essere trovate sulla mappa interattiva dei Centers for Disease Control and Prevention che mostra i consigli di viaggio per destinazione e sulla pagina web dell’avviso sanitario di viaggio del CDC.

Leave a Comment