Imbolc: Riaccendere la speranza nel profondo inverno | Stile di vita

Le festività elevate che sono distanziate in modo abbastanza uniforme durante l’anno sembrano apparire proprio quando ne hai più bisogno. Amo tutte le feste nella ruota pagana dell’anno, ma Imbolc occupa un posto speciale nel mio cuore.

Imbolc si celebra il primo febbraio e segna il punto intermedio tra il solstizio d’inverno (il giorno più corto dell’anno) e l’equinozio di primavera, quando giorno e notte hanno la stessa durata. L’arrivo di Imbolc mi ricorda che per quanto fuori faccia freddo e silenzio, siamo a metà dell’inizio della primavera.

Per i nostri antenati, il periodo intorno a Imbolc è stato il riaccendersi della speranza per la stagione di crescita a venire. La parola Imbolc ci viene dal gaelico antico: imbolc, che significa “nel ventre”. Si pensa che faccia riferimento alla gravidanza delle pecore. Gli agnelli sono alcuni dei primi bambini nati in primavera. Le pance gonfie delle pecore gravide erano motivo di festa: l’inverno stava arrivando e il latte era di nuovo disponibile, una fonte vitale di calorie in quel momento. La speranza stava crescendo nel cuore dell’inverno.

Il nostro mondo moderno ci ripara dalle parti più difficili delle stagioni. Non abbiamo bisogno di fare affidamento sulle candele per la luce la sera, né le nostre vite dipendono allo stesso modo dalle scorte di cibo. Tuttavia, possiamo ancora sentire l’eco della lotta del profondo inverno. Il freddo e l’oscurità innescano la depressione per molte persone. Le attività all’aperto sono meno accessibili quando c’è uno strato di ghiaccio da sfondare. La luminosa allegria delle vacanze invernali è alle nostre spalle e può lasciare una sensazione di vuoto nella loro scia. Imbolc ci offre un momento per fermarci, un momento per alzare lo sguardo e notare che le giornate si stanno allungando di nuovo. C’è più luce, anche se splende sulla neve. Ci stiamo davvero dirigendo verso l’altro lato della stagione oscura.

Le celebrazioni per Imbolc sono incentrate sulla purificazione e la preparazione. I primi segni di vita e di luce ci ricordano tutte le attività a venire. In passato, la festa veniva celebrata pulendo la casa. Poi sono stati visitati i pozzi sacri e le sorgenti per raccogliere le acque curative. Strisce di tessuto erano legate agli alberi vicini come preghiere e offerte. L’acqua raccolta è stata utilizzata per ferire la casa, la famiglia, il bestiame e la terra.

Brigid, la dea celtica della guarigione, dell’artigianato e della poesia, è celebrata a Imbolc. Le vengono fatte offerte per assicurare buona fortuna e salute. Una delle mie tradizioni preferite si concentra sull’associazione di Brigid con il fuoco. In quella tradizione, una candela viene portata attraverso la casa mentre si canta o si rivolge una preghiera a Brigid. Alcune persone arrivano al punto di accendere candele in ogni stanza, diffondendo simbolicamente la luce e la speranza della prossima primavera in ogni parte della loro abitazione.

Il festival di Imbolc è stato storicamente un momento di divinazione del tempo. La gente osservava per vedere se i tassi lasciavano le loro tane su Imbolc. Vediamo l’eco di questa usanza nel nostro Giorno della marmotta il 2 febbraio. 2, spostando il ruolo del tasso in una marmotta. Il maltempo e l’assenza di luce solare su Imbolc prevedono un breve inverno. Il bel tempo e il sole splendente ne preannunciano uno più lungo.

Come per tutte le festività del vecchio mondo, il giorno specifico della celebrazione variava leggermente. Penso alle alte feste pagane come a stagioni piuttosto che a specifici giorni di festa. Se l’apertura alla luce e alla speranza ti parla in questo momento, l’energia di Imbolc è con tutti noi questo mese. Un modo per intrecciare il filo dei nostri antenati nel nostro mondo moderno è fare eco alle loro pratiche. Potresti dedicarti a un po’ di pulizie di primavera. Potresti raccogliere della neve e scioglierla in una ciotola, quindi usare quell’acqua per disegnare parole e simboli di benedizione all’interno della tua casa. Se ti trovi vicino alla Grotta di Emmitsburg, potresti persino visitare una sorgente sacra e raccogliere l’acqua lì. Potresti preparare una cena speciale. Le feste di Imbolc di solito includono pane appena sfornato, latticini come burro e formaggio di pecora e robusti ortaggi a radice come patate e cipolle.

Più di ogni altra cosa, celebrare Imbolc ci collega al filo della speranza. Ci ricorda che non importa quanto sia fredda la notte, nessun inverno dura per sempre. Imbolc ci canta la promessa della prossima primavera. Ci ricorda che è ora di iniziare a scrollarsi di dosso un po’ del sonno profondo dell’inverno in modo da poter essere pronti quando l’aria si riscalda ancora una volta.

Ti auguro benedetto Imbolc. Possano i preparativi che fai ora annunciare una gioiosa primavera a venire.

Irene Glasse è presidente del Frederick Covenant of Unitarian Universalist Pagans, che offre eventi, rituali, lezioni e seminari a una comunità ampia e vivace, tra cui il Giorno dell’orgoglio pagano di Federico. È una professionista religiosa pagana e serve le comunità in tutta la regione del Medio Atlantico come ministro, insegnante, musicista e organizzatrice di comunità.

.

Leave a Comment