‘Sono così eccitato!’: Gli inglesi si divertono a revocare le restrizioni ai viaggi all’estero | Viaggi e tempo libero

A London St Pancras, una stazione fantasma per gran parte degli ultimi due anni, il sole splendeva attraverso il tetto di vetro e il pianoforte di Elton John, sigillato per Covid, stava risuonando di nuovo. Fortunatamente per Eurostar, l’inizio della fuga di metà semestre ha portato al ritorno di file di passeggeri che si snodavano lungo le vetrine, diretti a Parigi e Amsterdam.

“Sono così eccitato, sono come un bambino!” ha detto una donna in fila con il suo ragazzo per la partenza alle 10:22, un regalo per il 22esimo compleanno di un viaggio a Parigi.

Non era l’unica a sentirsi in quel modo. Il giorno in cui molte scuole in Inghilterra si sono sciolte e le restrizioni di viaggio dovute al Covid sono state revocate, i tour operator e le compagnie aeree hanno assistito al primo mini-boom del 2022. Con le famiglie che si dirigono all’estero durante le vacanze sulla neve e le vacanze in città – e le prenotazioni estive inondano – il martoriato settore dei viaggi ha espresso un cauto ottimismo sul fatto che quest’anno stia tornando la normalità.

Gli affari sono decollati dall’annuncio a fine gennaio che i requisiti del test Covid in Inghilterra per i vaccinati sarebbero stati rimossi, risparmiando costi e seccature e dando ai clienti la sicurezza di prenotare dopo l’incertezza del regime del semaforo che ha cambiato le destinazioni consentite settimanalmente.

La necessità di test post-arrivo o del secondo giorno è ufficialmente risolta poche ore prima, alle 4 del mattino di venerdì, e l’Eurostar, la cui sopravvivenza è stata messa in discussione, è tornato a ronzare. Il personale della stazione di servizio attraverso la Manica era impegnato a esortare i passeggeri a spostarsi, preparare i test Covid negativi – ancora un requisito per la Francia – e indossare le maschere.

“Dai, è bello, proprio lì – è bello vedere che è così pieno, ma …” ha detto un dipendente Eurostar felicemente stressato, mettendo le persone nella giusta coda. Questo è il primo giorno, dice, da molto tempo che i treni sono stati così pieni, con circa 700 persone ciascuno. Molte delle nove partenze per Parigi sono state completamente esaurite. Nel cuore della pandemia, il treno quotidiano solitario era a malapena occupato.

Ora c’erano le coppie in partenza per Parigi – “è San Valentino, il nostro primo”, ha detto uno – così come i gruppi diretti alle piste da sci e le famiglie che facevano la loro prima vacanza dai tempi del Covid.

Kelsey Burdon, di Chelmsford, si stava dirigendo con il suo partner e due figli a Disneyland. “È il nostro primo viaggio in due anni. Abbiamo prenotato molto tempo fa.” Non dover fare il test al ritorno è stato un bel bonus: “Risparmieremo molto nel secondo giorno di test”.

Pete Hovden, del sud di Londra, che lavora nel settore IT, stava portando suo figlio Charlie a vedere il Paris Saint-Germain giocare a calcio. Il cambiamento delle regole non è stato un fattore determinante, ha detto: di recente era riuscito a fare una gita sugli sci che è stata riprogrammata tre volte e ha viaggiato in giro per l’Europa durante la pandemia. “Non credo che le persone si preoccupino così tanto dopo due anni di tutto questo: prenotano e accettano che potrebbero dover annullare”, ha detto.

Gli agenti di viaggio affermano che l’incertezza ha lasciato molti alla ricerca di esperti per organizzare la propria vacanza. Hays Travel, che ha rilevato le agenzie Thomas Cook crollate nel 2019, ha ricevuto un terzo in più di prenotazioni la settimana dopo l’annuncio del cambiamento, fino al livello appena prima che il coronavirus colpisse per la prima volta.

Dame Irene Hays, presidente dell’azienda, ha detto che è stato “notevole da vedere”. Grecia, Spagna e Turchia prenotavano come sempre, ma c’era “fenomenale interesse per destinazioni più lontane”, dal Messico e dai Caraibi a Bali e Dubai. I clienti stavano spendendo £ 500 in più per una vacanza media in famiglia, ha detto, per una sistemazione migliore e un soggiorno più lungo.

EasyJet ha affermato che le vacanze sugli sci, in città e al mare hanno venduto bene, con Ginevra, Amsterdam, Tenerife e Malaga le migliori destinazioni per un semestre intenso. Spagna, Portogallo, Grecia, Svizzera e Germania hanno recentemente revocato i requisiti per i test di viaggio per i viaggiatori vaccinati nel Regno Unito, offrendo “opzioni di vacanze gratuite completamente testate”, ha affermato la compagnia aerea.

MAG, proprietaria degli aeroporti di Manchester e Stansted, prevede 1,5 milioni di passeggeri nei prossimi 16 giorni (con la rottura delle scuole in alcune regioni venerdì prossimo), più di 20 volte il numero di un anno fa. C’è un vero senso di eccitazione per il viaggio mentre ci dirigiamo verso la stagione estiva”, ha affermato l’amministratore delegato Charlie Cornish.

Gatwick è stata fissata per il giorno più trafficato del 2022 con circa 50.000 passeggeri venerdì e ha anche annunciato che avrebbe riaperto il suo terminal sud il 27 marzo, quando British Airways riavvierà i voli a corto raggio dall’aeroporto. Gatwick ha messo fuori servizio uno dei suoi due terminal nel giugno 2020 quando i numeri erano diminuiti del 95%, ma ora prevede un’estate intensa, che accoglierà altre 5.000 persone che tornano al lavoro in aeroporto. Il suo amministratore delegato, Stewart Wingate, ha dichiarato: “Le cose stanno andando abbastanza bene, questo è notevolmente diverso. Le compagnie aeree vogliono volare e i passeggeri vogliono viaggiare. Tra poco più di sei settimane ricominceremo a crescere”.

BA opererà più voli verso città come Barcellona e Lisbona questo semestre dopo aver visto un “aumento delle prenotazioni” dalle modifiche al test Covid. Sia a Gatwick che a Heathrow, dipendenti volontari senza nome stavano regalando a Peggy the Pegasus e Leo the Lion gli abiti pronti per il check-in della famiglia. Tenerife, Madeira e Lanzarote erano le destinazioni più cercate, ha detto BA, con i turisti che si riversavano alle Canarie.

Un esodo delle Canarie potrebbe non fare un’estate, hanno avvertito alcuni. L’aeroporto di Heathrow ha affermato di aver assistito a una “sbornia di Omicron” che ha influenzato la domanda. E Abta, l’associazione di viaggi, ha affermato che il semestre è promettente ma non un momento chiave per la maggior parte dei tour operator. Un portavoce ha dichiarato: “Alcune cose devono ancora cambiare e rimanere stabili per tornare ai livelli pre-pandemia, ma sta decisamente migliorando.

“C’è davvero la sensazione quest’anno che le persone coglieranno ogni opportunità di viaggiare. Molte persone hanno deciso, fantastico, finalmente ce ne andremo – e [they] sono spenti”.

Leave a Comment