Visit Alexandria prevede la ripresa del turismo per gli hotel, i viaggi d’affari sono ancora indietro di anni | ALX adesso

Gli hotel di Alessandria stanno ancora soffrendo, ma potrebbero esserci dei segnali di sollievo all’orizzonte.

Il continuo maltrattamento dell’industria alberghiera da parte del Covid è stato uno dei maggiori punti di discussione nel bilancio finora: in particolare perché i leader della città affermano che potrebbe portare a una maggiore pressione fiscale sui residenti della città.

Tom Kaiden, COO di Visit Alexandria, ha affermato che mentre la ripresa è stata lenta, alcuni aspetti del settore dell’ospitalità potrebbero tornare a livelli quasi pre-pandemia quest’anno, mentre altri impiegheranno più tempo per riprendersi.

“Non c’è dubbio che tutta una serie di problemi abbia avuto un impatto sul settore”, ha affermato Kaiden. “la natura in corso della pandemia, il recente picco di omicron, la riduzione dei viaggi d’affari, la catena di approvvigionamento e le sfide del lavoro, l’inflazione: tutti questi sono venti contrari che il settore ha dovuto affrontare”.

Prima della pandemia, Kaiden ha affermato che i numeri di occupazione stavano registrando livelli record. Le traiettorie tracciate alla fine del 2019 e all’inizio del 2020 prevedevano di raggiungere il record di occupazione nell’estate 2020, ma ovviamente non è successo. Quella primavera, l’occupazione dell’hotel è scesa all’8%.

Kaiden ha affermato che mentre la città ha visto una drastica riduzione dei tassi di occupazione all’inizio della pandemia, ci sono stati alcuni segni di ripresa nell’ultimo anno. Il tasso di occupazione è tornato al 53% rispetto al 34% questa volta l’anno scorso.

“Ci sono dati nazionali che esaminano la composizione e prevedono ciò che pensano accadrà”, ha detto Kaiden. “Abbiamo esaminato i dati di Oxford Economics [that says] il tempo libero tornerà alla normalità nel 2022, ma i viaggi d’affari non si riprenderanno fino al 2024. La prospettiva a lungo termine è che i viaggi d’affari si riprenderanno, ma mancano ancora alcuni anni. Quest’anno prevediamo un calo del 24% dei viaggi d’affari”.

Kaiden ha affermato che mentre le persone sono pronte a viaggiare di nuovo, le aziende tendono ad essere più riluttanti.

“Gli individui sembrano pronti a viaggiare di nuovo, lo stiamo vedendo nella fiducia dei consumatori nel desiderio di viaggiare”, ha detto Kaiden. “Potrebbero non voler viaggiare a gennaio, ma stavano ancora sognando di viaggiare quando la variante immediata si è attenuata. Gli individui fanno quella scelta per se stessi più liberamente. I datori di lavoro sono più avversi al rischio, più riluttanti e utilizzano strumenti come Zoom e riunioni ibride”.

Mentre Kaiden ha affermato che si tratta di strategie utili a breve termine, la città punta sul ritorno di viaggi d’affari di persona. Sebbene gli effetti a lungo termine del COVID sull’utilizzo degli spazi in ufficio siano sconosciuti, Kaiden ha affermato che le riunioni di persona hanno un valore che non può essere completamente replicato online.

Oltre al COVID, uno degli altri grandi cambiamenti nell’ospitalità è stata l’ascesa di alloggi alternativi come Airbnb. La città ha iniziato ad autorizzare e riscuotere le tasse dagli alloggi temporanei nel 2018, sebbene anche quel tipo di alloggio abbia subito un duro colpo dalla pandemia. In termini di impatto sugli hotel locali, Kaiden ha affermato che gli alloggi temporanei non hanno tanto effetto ad Alessandria quanto in altre destinazioni turistiche.

“Abbiamo visto Airbnb crescere a livello nazionale, ma è più un’alternativa per soggiorni a lungo termine, quindi la loro prevalenza in mercati come la metropolitana di Washington… l’impatto non è così grande qui come nelle tradizionali destinazioni montane e balneari”, ha affermato Kaiden . “Quindi sì, Airbnb è un fattore importante, ma qui lo è meno e onestamente gli hotel stanno adattando le loro offerte e sono essenzialmente più agili”.

In risposta sia a Covid che a opzioni di alloggio transitorie come Airbnb, Kaiden ha affermato che gli hotel si stanno spostando per concentrarsi sulla guida dei visitatori nella località tanto quanto sulla fornitura di una stanza.

“I nostri hotel sono molto bravi a lavorare con gli ospiti per guidare l’esperienza degli ospiti e assicurarsi che ottengano il massimo dal loro soggiorno”, ha affermato Kaiden. “A Visit Alexandria lavoriamo con loro su un pacchetto di attrazioni chiave della città, che incoraggia le persone a uscire dalla comunità ed esplorare i musei. Quel livello di servizio personalizzato e il vantaggio aggiuntivo dell’inclusione delle attrazioni offre ai visitatori un’esperienza più profonda e ricca e consente loro di uscire nei quartieri e scoprire la città nel modo in cui un’esperienza non guidata, come soggiornare in una proprietà in stile Airbnb, è semplicemente non è così ricco.

.

Leave a Comment